il calendario di bande a sud

FESTA DELLE BANDE DI STRADA
la carovana di suoni, fiati e magia che esplode in piazza sopra e sotto la cassarmonica illuminata
6 agosto ore 21.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, itinerante, converge in Largo Margherita
Si inizia giovedì 6 agosto, con la Festa delle bande di strada, una grande notte di musica e allegria per grandi e piccoli, appuntamento fisso di Bande a Sud fin dalla sua prima Edizione. A partire dalle ore 21.00, dalla piazzetta della Chiesa Matrice, partirà l’ormai tradizionale carovana di artisti, che si snoderà lungo il percorso limitrofo al centro storico sino a convergere nella piazza centrale, in Largo Margherita, in un allegro “frullato” di bande che andrà avanti fino a tardi, sopra e sotto la cassarmonica illuminata. Tutti sono chiamati ad affacciarsi dalle finestre e dalle case, per farsi trasportare dai ritmi delle street band nazionali e internazionali coinvolte; a unirsi alla carovana e a farsi prendere dalla magia che per una notte vuole unire simbolicamente con ritmi e sonorità mescolate e caleidoscopiche!

nel pomeriggio: incursioni bandistiche lungo le vie della marina di Casalabate

Ad esibirsi:
AMFI FANFARE   guarda la scheda >>
VAGABAND   guarda la scheda >>
TITUBANDA   guarda la scheda >>
SALENTO BRASS PROJECT   guarda la scheda >>
EUSEBIO MARTINELLI E LA GIPSY ORKESTAR   guarda la scheda >>
MAJORETTES E SBANDIERATORI CITTÀ DI MESAGNE    guarda la scheda >>
CONCABBANDA   guarda la scheda >>
FUNKALLISTO   guarda la scheda >>
GIGANTONES E ARTISTI DI STRADA    guarda la scheda >>

INCURSIONI BANDISTICHE
lungo le vie della marina

7 agosto
Casalabate (Lecce)

BANDADRIATICA
un viaggio musicale oltre i confini del mare
a partire dalle 20.00 Olivoil Jazz Band per le strade del paese e sul palco

8 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
BANDADRIATICA, L’ensemble di origine salentina presenterà il suo quarto lavoro discografico, Babilonia; una ricerca sulle origini delle musiche del Mare Adriatico, che si è spinta fino alla Turchia, al Libano e all’Armenia. Un lavoro che riscrive la musica tradizionale e incontra perfettamente l’orizzonte di Bande a Sud, alla ricerca di un linguaggio comune tra culture, per andare oltre il concetto di confini geografici e musicali. “La musica della BandAdriatica è figlia del mare. Concepita nelle notti buie di calma piatta o nei giorni di sole cocente. Sul ponte di una nave che è stata magicamente il luogo d’incontro di culture e musiche diverse”.

Il concerto sarà aperto dalla Olivoil Jazz Band, vivace e talentuosa marching band, con molto senso dell’umorismo e dello swing. Dal 2005, Olivoil Jazz Band colleziona successi successi sul territorio pugliese, e oltre, perseguendo l’obbiettivo di contaminare il sound bandistico con il jazz arcaico di New Orleans, per rinnovare il linguaggio e il colore della banda di paese e cercare un dialogo più entusiasmante tra tradizione e linguaggi moderni.
OLIVOIL JAZZ BAND
Se c’è buona musica va tutto liscio come l’olio. Questo il motto della Olivoil Jazz Band, brioso quintetto di fiati, appassionati di swing degli anni 20, che mescola la carica vitale del Jazz di New Orleans con la colorita tradizione delle bande musicali italiane. Nati nel 2005, hanno subito successo, grazie anche alla capacità di creare atmosfere festose e coinvolgenti. Nasce una musica allegra e capace di esaltare, come l’olio d’oliva della Puglia, ogni singolo sapore. Componenti della band: Marinella Dipalma – Voce, Giuliano Di Cesare – Tromba, Marcello Rotundo – Trombone, Michele Di Staso - Basso Tuba, Giuseppe Pascucci – Banjo e Chitarra

GORAN BREGOVIC
E LA WEDDING & FUNERAL BAND
If you don’t go crazy, you’re not normal

9 agosto ore 22.30 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Dopo l’emozionante progetto della Banda della Posta di Calitri, con Vinicio Capossela, si continua sul cerchio dei nomi nazionali e internazionali più radicalmente legati all’universo del mondo bandistico; e in questo caso il nome è una storia tra le più roboanti e colorate che si possano immaginare: Goran Bregovic e la Wedding & Funeral Band. La storica formazione composta di fiati, percussioni e voci bulgare, sarà capace di regalare una nottata davvero fuori dai ranghi e dal sentimento travolgente: If you don’t go crazy you’re not normal (Chi non diventa pazzo non è normale!) è il nome del tour che il musicista serbo sta portando in tutta Europa. Due ore di pura energia in cui la band gitana spazierà dai suoi grandi successi, agli ultimi album (Alkohol e Champagne for Gypsies), con qualche anticipazione di brani del nuovo album in uscita il prossimo anno. “Con le radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock, dando vita a una musica che ci sembra istintivamente di riconoscere e alla quale il nostro corpo difficilmente sa resistere”.

Con la radici nei Balcani, di cui è originario, e la mente nel XXI secolo, le composizioni di Goran Bregovic mescolano le sonorità di una fanfara tzigana, le polifonie tradizionali bulgare, una chitarra elettrica e percussioni tradizionali con delle accentuazioni rock.. Nato a Sarajevo da madre serba e padre croato, Goran Bregovic crea i suoi primi gruppi rock a sedici anni. “il rock aveva all’epoca un ruolo fondamentale nella nostra vita. Era l’unica possibilità per poter esprimere pubblicamente il nostro malcontento senza rischiare di finire in galera, o quasi”.

Quindici anni di concerti con il suo gruppo White Button, tredici album venduti in 6 milioni di copie, tour interminabili faranno di Goran l’idolo della gioventù jugoslava. Alla fine degli anni 80, Bregovic cambia stile di vita e si isola in una piccola casa sulla costa adriatica, un vecchio sogno d’infanzia. Qui compone le musiche del terzo film di Emir Kusturica “Il Tempo dei Gitani”. Ma ben presto i primi disordini scoppiano in Yugoslavia e i due amici sono costretti ad abbandonare tutto e trasferirsi a Parigi. Cresciuti nello stesso ambiente, della stessa generazione, sfuggiti agli stessi pericoli, Goran Bregovic e Emir Kusturica formano un tandem in cui la complicità era tale che non vi era più bisogno di parole per esprimersi. Dopo “Il Tempo dei Gitani” Goran ha carta bianca per comporre la colonna sonora di “Arizona Dream”. Sempre dell'amico Kusturica , a sua firma anche le musiche di “Underground”,Palma d’Oro 1995 al Festival di Cannes.

Bregovic colleziona importanti ed intensissime esperienze sia nel cinema che nel teatro, e a apartire dal 1995 ritorna ad immergersi in live spericolati ed indimenticabili: Nel 1997 l’organico iniziale di 120 musicisti sul palco si riduce a 50 per un concerto di circa due ore che riprende le sue musiche per il cinema. Ed è il successo: Goran inanella trionfali tournée per tutta l’Europa alla testa della sua Orchestra per i Matrimoni e Funerali, presentando tutti i suoi brani più belli, dall’ormai celebre “Ederlezi” (Il Tempo dei Gitani” a “In the Death Car” (Arizona Dream” passando per il vigoroso “Kalashnikov” (Underground) avviato in coro da un pubblico in delirio con il grido “Juris” (All’attacco !!!) "

JAMES SENESE, NapoliCentrale in concerto
(in caso di forte vento, il concerto si terrà presso l’aria mercatale)

11 agosto ore 21.30 (ingresso libero)
Casalabate (Le), spiaggia, nei c/o del lido Q70
James: Lead Vox Tenor EWI Synt, Sax, Soprano
Fredy Malfi: Drums & Vox Coro
Gigi De Rienzo: Bass
Ernesto Vitolo: Keyboards


Appuntamento con la storia della musica con il concerto in spiaggia di James Senese, Napoli Centrale. I Napoli Centrale, di cui il grande sassofonista James Senese,"nero a metà", è il leader e fondatore, rappresenta uno dei gruppi più importanti del panorama musicale degli anni ’70 in Italia. Il loro suono è riuscito a miscelare la melodia della tradizione popolare napoletana alle più innovative e sperimentali sonorità jazz-rock, in una fusione che è stata una vera rivoluzione.

Il nome, che gli viene suggerito da Raffaele Cascone, è la denominazione della stazione ferroviaria del capoluogo campano ad indicare il via-vai di gente, corpi e volti diversi in un incontro popolare-culturale che è poi la base da cui parte la musica di Senese.Nella fine del '79 il gruppo si scioglie. James inizia la collaborazione con Pino Daniele, fra i due si stringerà una forte amicizia e collaborazione, dal quale Daniele prenderà spunto di quella fusione musicale fatta di America, Africa e Mediterraneo, grazie all'esperienza che aveva condiviso in precedenza con i Napoli Centrale. James, parteciperà con il suo magico sassofono a "Nero a metà" e "Vai mò" ecc.
Gli anni 80' e 90' e in seguito con la ri-costituzione di Napoli Centrale, sono anni di importanti uscite discografiche e continui successi, Il 2015 è uno degli anni più proficui per la storica band napoletana, oltre 70 concerti programmati in tutta Italia, un film in preparazione e il nuovo album la cui uscita è prevista per ottobre (ala bianca/warner).
“Sono nato nero e sono nato a Miano, suono il sax tenore e soprano, lo suono a metà strada tra Napoli e il Bronx, studio John Coltrane dalla mattina alla sera, sono innamorato di Miles Davis, dei Weather Report e in più ho sempre creato istintivamente, cercando di trovare un mio personale linguaggio, non copiando mai da nessuno... il mio sax porta le cicatrici della gioia e del dolore della vita”. James Senese

Lecce Baroque Orchestra
Concerto per Soli, Coro e Orchestra e coreografie aeree

13 agosto ore 21.30 (ingresso libero)
Trepuzzi| p.tta Chiesa Madre
Direttore: M° Egon Mihajlovic

Aerial Performers - Citepò: Giorgio Coppone e Maria Luisa D’Introno

Si cambia registro, nel consueto esercizio di equilibrio tra stili e universi multiformi del Festival, ed è la volta di Lecce Baroque Orchestra (soli, coro e orchestra), con suggestive coreografie aeree, nel concerto Il volo degli Angeli. L'orchestra eseguirà pagine inimitabili della musica sacra di tutti i tempi: il Te Deum del compositore Marc-Antoine Charpentier e il Dixit Dominus 595 di Antonio Vivaldi. Il Te Deum è una delle composizioni maggiormente conosciute di questo autore; particolarmente noto è l’attacco del preludio, utilizzato come sigla iniziale e finale di tutti i programmi televisivi e radiofonici trasmessi in Eurovisione. Il Dixit Dominus 595 è la splendida cornice del Salmo 110 (Vulgata 109), riscoperto alla fine del 1960 nella Biblioteca Nazionale di Praga e quasi certamente composto per la Pietà qualche tempo prima il 1717.

FESTA PATRONALE DELLA MADONNA ASSUNTA
il rito, la fiera, la banda tradizionale

14-15 agosto
Trepuzzi, Itinerante, Largo Margherita
Venerdì 14 e sabato 15 agosto ritorna la tradizionale Festa Patronale di Trepuzzi, dedicata alla Madonna Assunta, l’annuale esplosione di luci e colori che richiama tutta la comunità in piazza a vivere ritualità e appuntamenti civili. La magia della festa è luminarie, prodotti tipici, fuochi artificiali e ovviamente l’ospite più importante: la musica della banda da giro nella grande cassarmonica. Quest’anno protagoniste saranno la Banda tradizionale di Sogliano Cavour, diretta dal Maestro Rocco Lacanfora, e la Banda tradizionale di San Giorgio Jonico, diretta dal Maestro Anna Ciaccia.

Il Gran Concerto Bandistico Pugliese Città di San Giorgio Jonico vanta una tradizione secolare, in data 21 Settembre 1875 il Consiglio Comunale deliberava la istituzione di un corpo Bandistico Comunale sotto la Direzione del M° Spagnuolo. La Banda ben presto acquistò fama e notorietà per cui fu annoverato tra i migliori dell’epoca: orgoglio del paese. La Banda in quel periodo subì molte trasformazioni, nel 1882 il consiglio Comunale deliberava la vendita di tutto lo strumentale e la disciolta della Banda Comunale Sangiorgese, trasformandola in una piccola Fanfara composta solo da ottoni. Furono Anni molto tristi per tutti gli amatori della grande musica per Banda di tutta la comunità di San Giorgio Jonico. Dopo oltre 50Anni,e precisamente nel 1980 l’instancabile Sindaco Prof. Alberto RIZZO Fondò nuovamente il Gran Concerto Bandistico “Città di San Giorgio Jonico”affidandosi ai più grandi organizzatori del momento,all’esperienza di Grandi Direttori , di solisti di grande esperienza Bandistica del momento e di un ricco numero di elementi accuratamente selezionati, riproponendo la tradizione bandistica come attività socio culturale non solo nella nostra cittadina ma anche in tutta la Provincia Jonica e in tutto il centro e sud Italia, regalando a tutte le platee le pagine più belle della musica lirico sinfonica dei più grandi compositori Italiani e Stranieri.

Gran Complesso Bandistico "S. Cecilia" Città di Sogliano Cavour L'Associazione Musicale "S. Cecilia" sotto l'impulso di affermati musicisti del luogo, ripercorrendo le orme lasciate dai concittadini agli inizi del 1900, nel 1980 ha ridato vita al Gran Complesso Bandistico "S. Cecilia" Città di Sogliano Cavour (LE), che nella sua ininterrotta attività si è distinta per professionalità artistica ed organizzativa in tutto il meridione. Entrata a pieno titolo a far parte dei Complessi bandistici di tradizione Pugliese, ha ottenuto da sempre notevole apprezzamento di pubblico e critica in ogni esecuzione. Il primo direttore dalla ricostituzione è stato il Maestro Luigi Varallo al quale si è succeduto il maestro Tommaso Cancelli. La banda nel triennio 1987-1989 venne affidata alla direzione del Maestro Gino Bello, docente, compositore di musica per banda e affermato Direttore, che terminò la sua prestigiosa carriera e la sua vita mentre dirigeva un concerto sul podio di questa banda la sera del 28 luglio 1989. All'inaspettata scomparsa del maestro Gino Bello, si sono succeduti i maestri Giuseppe Guida e Carmine De Giorgi. Dal 1994 al 2000 la banda è stata diretta dal Maestro Michele Consueto, docente, musicista e direttore, che curando il repertorio secondo la tradizione della "banda pugliese", raggiunge sempre livelli competitivi affermandosi in ogni esecuzione. Nel biennio 2001-2002 a dirigere la banda è il Maestro Paola Vizzi.Nel 2003 assume la direzione del Complesso il Maestro Giuseppe Gregucci, Diplomato in Strumentazione per Banda, Compositore e Direttore, che afferma nella sua professionalità portando in giro un complesso bandistico competitivo e di elevata qualità artistica.

TRIPUDIO TRA DUE MARI
musicisti di Trepuzzi in concerto

16 agosto
Trepuzzi| Largo Margherita
Una lunga serata dedicata alle esperienze musicali di rilievo che hanno le proprie radici a Trepuzzi, incontro artistico desiderato da tempo e sostenuto fortemente dall’Amministrazione Comunale. Sul palco di Bande a Sud, si inizierà dalla musica colta per approdare al reggae, dancehall, raggamuffin, rock e jazz, un’esperienza inedita che mescola la necessità di aderenza all’universo bandistico con la forte presenza di strumenti e stili a esso vicini e la voglia di dare giusto spazio a chi, attraverso vari stili, vive di musica a livello professionale e lo fa portandosi dietro le proprie origini.

Protagonisti della serata:
Gloria Giurgola, Annalisa Ragione, Massimiliano Cananà, Vanessa Sotgiu, gli ensemble Amuseda e Golden Brass. La seconda parte della serata sarà aperta Papa Leu & Rankin Lele, Bermuda Acustic Trio, Franco Piccinno Trio

Bande a sud for Expo
musica, sapori e tradizioni nella Valle della Cupa

Agosto-Settembre
Valle della Cupa
La IV edizione del Festival Bande a Sud, quest’anno associata all’evento di EXPO 2015, assume una dimensione più ampia e si estende con un programma di appuntamenti enogastronomici e incursioni musicali, dal 3 agosto al 30 settembre, in un tour che attraversa i 12 Comuni della Valle della Cupa. Il programma si inserisce nel cartellone degli eventi promossi dal GAL a Milano in occasione di EXPO 2015, con"Bande a Sud for Expo, musica, sapori e tradizioni nella Valle della Cupa". Un progetto, sotto la direzione artistica del Maestro Gioacchino Palma, e promosso da GAL Valle della Cupa, che mira a valorizzare le tipicità dei 12 comuni della Valle della Cupa attraverso i sapori e le musicalità legate alle tradizioni, come le feste patronali, in cui le bande trovano il loro habitat naturale. Tra gli stand enogastronomici con le prelibatezze e le tipicità del territorio, rinomati musicisti legati al mondo della banda, animeranno le vie del centro con performance musicali, veri e propri spettacoli-concerti che coinvilgeranno i sensi di turisti e visitatori, nel segno dell'appartenenza ad una grande tradizione e ad un mondo che non perde il suo fascino.

per aggiornamenti sul programma seguici su Facebook:
Bandeasud
GAL Valle della Cupa
Partner in Comunicazione:
iMovePuglia

PROGRAMMA
Valle della Cupa (3 agosto – 29 settembre 2015)
Bande a Sud for Expo, musica, sapori e tradizioni nella Valle della Cupa

3 agosto, lunedì . Ore 21.00
Monteroni (Le)
MAURIZIO PETRELLI & BIG BAND

5 agosto, mercoledì . Ore 21.00
San Donato(Le)
CONTURBAND

6-7-8 agosto . Ore 21.00
Trepuzzi (Le), tre giorni di enogastronomia in Largo Margherita

11 agosto . Ore 21.30
Casalabate (Le), nei c/o del lido Q70
in caso di forte vento, il concerto si terrà presso l’aria mercatale.
JAMES SENESE, NapoliCentrale in concerto

12 agosto. Ore 21.00
Lizzanello (Le)
Gruppo sbandieratori musici san domenico di Guzman

19 agosto . Ore 21.00
Squinzano (Le)
BALKAN TRIP

21 agosto . Ore 21.00
Arnesano (Le)
Banda giovanile Majorettes e sbandieratori “Città di Mesagne”

29 Agosto . Ore 21.00
Novoli (Le)
Proiezione del documentario "La Banda" Germania 1987, di Klaus Voswinckel
Concerto bandistico Città di Monteroni, dirige il M°Marco Grasso

11 settembre. Ore 21.00
San Cesario (Le)
BANDEDAMARE a cura di Claudio Prima
Jam session per strumenti emotivi

12 settembre. Ore 21.30
Cavallino (Le)
SWING BIG BAND

13 settembre
Lequile (Le)
SALENTO BRASS POJECT

20 settembre
Surbo (Le)
RAFFAELE PASTORE

27 settembre
Sanpietro in Lama
EUROBAND