il calendario di bande a sud

RENZO ARBORE
e L'Orchestra Italiana
4 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Sul palco di Largo Margherita aprirà la quinta edizione un ospite d’eccezione che ha fatto la storia della tradizione popolare italiana, Renzo Arbore con L’Orchestra Italiana, progetto che in 26 anni di storia ha raccolto enormi successi in giro per il mondo.

La musica come aggregazione e l’approccio ironico e satirico alla canzone italiana nelle sue più svaraiate forme, di cui Arbore è un grande conoscitore, sono segni distintivi della sua lunghissima esperienza mediatica e performativa. Clarinettista, poliedrico ed esplosivo innovatore fin dagli anni Sessanta di radio e tv in Italia, Arbore rientra tra le stelle eclettiche del panorama artistico italiano e internazionale. Fonda nel 1991 L’Orchestra Italiana con quindici grandi solisti per valorizzare la canzone napoletana classica restituendo dignità, tra l’altro, al mandolino. Per risalire all’origine dell’amore di Arbore per il jazz in generale, e per il clarinetto in particolare, bisogna partire da quando, trasferitosi dalla città di Foggia, che gli ha dato i natali, giunse a Napoli, dove frequentò il quartiere americano. Il Club Uso (United States Organization) di Calata San Marco vide in lui passione e talento e gli permise le prime performance pubbliche facendolo suonare ogni sera davanti ai militari della Nato. Una passione infinita, assieme a molte altre. E non è un caso che Renzo si definisca ancora oggi, dopo una lunga carriera costellata di successi radiofonici, televisivi e cinematografici, “semplicemente” un clarinettista jazz.

INCONTRO AL MERCATO!
BANDE A SUD. UNA STORIA IN MOVIMENTO
5 agosto ore 21.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Mercato Comunale
Nell'ambito degli eventi collaterali del progetto "Bande a Sud. Una storia in movimento", Alle 21.00 in punto va in scena una serata speciale all'interno degli spazi del mercato coperto comunale di Trepuzzi, allestito ad hoc per i giorni del festival, in Via SS. Cuori. Il luogo del mercato, fortemente simbolico e vivo di storie e di comunità, accoglierà la performance La voce del segno - performance dal segno scritto alla voce" di Massimo Pasca. A seguire la presentazione del progetto che ha visto anche il coinvolgimento di alcuni importanti street artist del territorio come Chekos Art con la prima edizione del BAS STREET ART FEST.

"La mia intenzione è quella di scrivere una “partitura segnica” su dei grandi fogli, facendomi ispirare dalla convinzione che il segno pittorico non è più solo di tipo iconico, nella mia personale ricerca, e farlo attraversare da un brano per banda che deciderò in maniera arbitraria e casuale prima di accingermi alla performance. Nel momento in cui il risultato sarà visibile, (grazie al segno che completato sarà stato realizzato) rieleggerò in rima i segni, dal vivo di fronte al pubblico. Le sensazioni che verranno fuori saranno il corpus della performance che intendo regalare al pubblico." (Massimo Pasca)

FESTA DELLE BANDE DI STRADA!


6 agosto, dalle 21.00
Trepuzzi, itinerante, converge in Largo Margherita.
Come da tradizione, si vivrà la serata più poetica e caratterizzante del festival, che registra ogni anno migliaia di vistatori e appassionati: la Festa delle bande di strada!
E’ la coloratissima carovana di street band italiane e internazionali che, insieme a giocolieri, funamboli e mangiafuoco, a partire dalle 21:00, invaderà di suoni e ritmi il centro storico di Trepuzzi, sino ad arrivare in piazza con la consueta esplosione della festa più bella per grandi e bambini e l’esibizione delle singole bande che si alterneranno sulla cassarmonica illuminata.

Tra gli artisti presenti:
CAMILLOCROMO (Firenze)   guarda la scheda >>
P-FUNKING (Perugia)   guarda la scheda >>
BEDIXIE (Salento)    guarda la scheda >>
BANDAKADABRA (Torino)   guarda la scheda >>
LES TROUBLAMOURS (Francia)   guarda la scheda >>
ZIGANAMAMA (Foggia)   guarda la scheda >>
LA SIGNORINA G (Salento)   guarda la scheda >>
MARCHING BAND JUNIOR (Bari)   guarda la scheda >>
EUROBAND LA MURGIA’S STREET BAND (Altamura)   guarda la scheda >>
SCOGNAMIGLIO (Trepuzzi)   guarda la scheda >>
NUOVO CONCERTO BANDISTICO TERRA DI ARNEO CITTÀ DI NARDÒ (Salento)   guarda la scheda >>
LA TRIBÙ DEI SEMPRE ALLEGRI e GIGANTONES (Salento)   guarda la scheda >>

CAMILLOCROMO - BANDAKADABRA
Spettacolo di teatro-banda con Camillocromo, da Firenze a seguire Bandakadabra, da Torino
7 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Una Circus Swing Orchestra, delirante ed eccentrica formazione fiorentina, e uno spettacolo di teatro-banda. Con “Musica per Ballerine Ciarlatani e Tabarin”, i Camillocromo continuano a girare come una giostra per i teatri e le piazze d’Italia e d’Europa, regalando grandi risate e indimenticabili serate. Cinque musicisti in smoking, capaci di creare atmosfere musicali retrò, con suggestioni circensi e colori felliniani, in uno spettacolo pieno di sorprese e colpi di scena, tra swing, tango, valzer e sonorità balcaniche, che si incontrano all’interno di composizioni originali. Questi esilaranti personaggi rapiscono il pubblico, trasportandolo all’interno di un immaginario tabarin, con rocambolesche attrazioni e deliri “comiconirici”, come in un varietà d’altri tempi.

P-FUNKING
in concerto

8 agosto ore 22.00
Trepuzzi, Largo Margherita
A partire dalle 20.00

MADE IN THE WORLD, Coro di rifugiati ospiti nei progetti gestiti da ARCI Lecce; un repertorio della nostra terra, perché italiani si diventa anche partendo dal cuore per adozione, e queste persone hanno voluto dare attraverso il loro repertorio un valore aggiunto alla loro permanenza in Italia, respirandone tutte le componenti culturali e artistiche e proponendo quindi motivi che oramai fanno parte della nostra tradizione musicale e della nostra cultura popolare. Dirigono i Maestri: Ettore e Elisa Romano

A seguire

P-FUNKING Viene da Perugia la P-Funking Band e nasce dalla passione comune di un gruppo di giovani musicisti di estrazione artistica diversa che hanno deciso di dare vita a una band che fonde nelle sue performance musica e movimento. Una miscela fresca, originale ed esplosiva di funk, disco music, hip hop, soul, rhythm’n’blues e jazz rivisitata in chiave marching, che si affianca alle coreografie a cui partecipa tutta la banda. Un ritmo trascinante, un repertorio che unisce capolavori conosciuti e chicche di raro ascolto a brani originali della P-Funking, dando vita a una proposta unica che non si limita a far ballare ma risulta originale grazie agli arrangiamenti inusuali e insoliti, alle coinvolgenti coreografie e all’ecletticità dei quindici giovani funkers.

a seguire

BANDAKADABRA Un gruppo che fa della città il suo panorama d’elezione e della strada non solo lo scenario in cui esibirsi, ma anche il luogo da cui trarre ispirazione.
Nata a Torino, la Bandakadabra ha saputo compiere negli anni un percorso artistico che l'ha portata a esplorare stili musicali diversi, cercando sempre di proporre arrangiamenti divertenti e originali. Il risultato finale è un repertorio estremamente vario che ammicca ora alle Big Band anni Trenta, ora alle fanfare balcaniche, con frequenti incursione nel rocksteady, nello ska e addirittura del drum and bass. Lo spirito è sempre irriverente perchè il tratto principale della band, rimane la sua capacità di coinvolgere il pubblico in un dialogo continuo che si ispira all'arte di strada, fatto di sketch comici, improvvisazioni teatrali e balli sfrenati. 
La Bandakadabra ha iniziato a esibirsi in Italia e all'estero, arrivando in soli due anni a collezionare quasi duecento repliche tra Festival di strada, rassegne jazz e manifestazioni di indie music.
Dopo la pubblicazione del disco live ENTOMOLOGY, prodotto dalla Felmay, con la direzione artistica di Fabio Barovero, la Bandakadabra inizia a diffondere la proprio musica anche sui network radiofonici nazionali e internazionali. Oltre a essere stato disco della settimana su Fahrenheit (radio rai tre), Entomology viene trasmesso da Battiti (sempre Radio Rai Tre), da Splinters & Candy (New York. U.S.) e in svariate trasmissioni in giro per il mondo,dalla Repubblica Ceca , alla Moldavia, finendo per essere incluso in diverse compilation di Ska e Rocksteady e ricevendo ottimi riscontri dalla critica specializzata.

DUBIOZA KOLEKTIV feat DZAMBO AGUŠEVI ORKESTAR


9 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
I bosniaci Dubiosa Kolektiv hanno un’energia unica, proprio come la loro musica. Presenti nei palchi dei piu  importanti festival europei (Sziget, Exit, Eurosonic, INmusic) propongono brani dal sapore balcanico, con influenze musicali ska, punk, reggae, elettroniche e hip-hop. Da sempre impegnati nella lotta sociale, mescolano il linguaggio della musica a quello della politica. Nati nel 2003, da un gruppo di amici cresciuti in un ambiente a lungo ostile alla musica e all’industria musicale, sono diventati, album dopo album, un vero e proprio fenomeno in tutta Europa. Con il loro ultimo singolo “Free mp3” (inserito nell’album “Happy Machine”) hanno raggiunto quasi 3,5 milioni di visualizzazioni su You tube. Un pezzo che vuole essere un omaggio a Edward Snowden di WikiLeaks e allo stesso tempo un inno contro il copyright. Al fianco dei Dubioza, per l’occasione, la straordinaria fanfara macedone Dzambo Aguševi Orkestar, fondata dal trombettista Koco Agushev , leggendaria icona della musica balcanica in tutto il mondo, che mescola musica gipsy e turca con influenze swing e jazz.

MASCARIMIRÌ in GITANISTAN ORKESTRA
con: Mascarimirì, Orkestra Risuoni + Tonio Corba (Francia) + Veko Alimovic (Montenegro)

10 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Casalabate, p.tta Padre Pio (Concerto in spiaggia)
Prima del concerto, alle 21:30 in Piazzetta Padre Pio, ci sarà un talk di presentazione di Bande a Sud Street Art Fest all’interno del progetto Bande a Sud. Una storia in movimento.

Gitanistan Orkestra è un progetto nato dal CD dei Mascarimirì “Gitanistan”. La musica da ballo salentina “Pizzica Pizzica” incontra le virtuose melodie elettrificate e i ritmi contemporanei e si mescola, per l’occasione, con fiati e percussioni di provenienza bandistica. I lavori musicali di questi dieci anni sono portatori sani di questo percorso e Gitanistan, il loro sesto lavoro in studio, ne è la conferma.

Il progetto è una riflessione sull’influenza della tradizione Rom nelle musiche da ballo del Mediterraneo e sull’influenza che, a loro volta, i Rom, hanno ricevuto. L’idea dell’orchestra nasce appunto dal desiderio di incontrare e di capire, tramite anche le residenze musicali, come sono cambiati usi e costumi delle famiglie Rom del Mediterraneo.

Con la direzione artistica di Claudio “Cavallo” Giagnotti, Gitanistan Orkestra intende unire diverse prassi musicali del Mediterraneo all’interno del concetto di “Arco Latino” (un’idea artistica realizzata dai Nux Vomica nel febbraio 2010 a Nizza-Francia), disegnando il tragitto decennale del gruppo salentino - di Muro Leccese - e le collaborazioni dei Mascarimirì con altri musicisti ed esperienze musicali.

Opera: Gaetano Donizetti “L'Elisir d’Amore”
scenografie e regia di Rosangela Giurgola

11 agosto ore 21.30 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Il melodramma giocoso in due atti “Elisir d’Amore” di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani, è certamente un’opera ancora in grado oggi di comunicare momenti musicali di riflessione e di allegra leggerezza. L’allestimento estivo dell’opera è stato ideato e pensato ad hoc per l’occasione - dai toni marinareschi e in forte linea con lo spirito di Bande a Sud - e studiato per gli spazi di Largo Margherita, per un pubblico di tutte le età, dagli appassionati veterani ai giovani avventori.

In fondo, per fare un Elisir non occorre molto, bastano un cast e un’orchestra eccellenti, pochi elementi scenici e la musica di Donizetti a creare l’incanto. Si è pensato perciò di snodare la scena su un lungo palcoscenico, ideato come un aggrovigliarsi di passerelle poste a dare l’idea di un molo per le barche, la cui proprietaria imprenditrice è Adina, la bella protagonista dell’opera, della quale l’ormeggiatore Nemorino, timido e goffo, è follemente innamorato.

Con la partecipazione degli artisti del Coro Lirico “Tito Schipa”; dell’Orchestra da Camera di Lecce e del Salento; Direttore: Emanuela Di Pietro; Regia, ideazione scenica e luci: Rosangela Giurgola; Costumi: Atelier Lory; Assistente di regia: Marika Urbano; Direttore di palcoscenico: Tiziana Muraglia; Realizzazione elementi di scena: Romeo Sicuro.

RICHIE STEPHENS & THE SKA NATION BAND
12 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Un progetto musicale nato dall’incontro sul palco tra l’inarrestabile cantante Richie Stephens, famoso producer e vincitore di un Grammy Awards, e il duo di cantanti e produttori salentini Rankin Lele e Papa Leu. Ad affiancarli, un ensemble di musicisti salentini provenienti da alcune delle più importanti esperienze musicali e bandistiche del territorio. Il loro primo album, “Internationally”, è un omaggio alla musica Ska, quella vera e originale senza la quale il reggae di oggi non sarebbe potuto esistere, un ponte ideale tra Giamaica e Italia, che gratifica gli appassionati del genere e avvicina i più giovani, che così hanno l’opportunità di approcciare sonorità genuine. La voce di Richie Stephens è trasportata dal sound fresco di Ska Nation che sprigiona passione in ogni sua nota, costruendo meticolosamente una musica decisa, ricercata nella cura di stile e strumenti.

CONCERTO DI MUSICA SACRA
Coro Femminile “Cecilia Bernardini” di Lecce ed Ensemble di fiati “Tito Schipa” di Lecce, Direttore: Francesco Muolo
13 agosto ore 21.30 (ingresso libero)
Trepuzzi, P.tta Chiesa Madre
Il concerto è di ispirazione mariana e ha l’intento di unire la musica per fiati che caratterizza il nostro territorio alla musica corale con brani ispirati da un unico filo conduttore, quello della devozione mariana. La serata vede la presenza del coro femminile “Cecilia Bernardini” insieme all’Ensemble di fiati “Tito Schipa” diretti da Francesco Muolo. Il coro proporrà una serie di brani attraverso i quali importanti compositori hanno espresso la loro fede alla Vergine. Tra le più belle e ispirate “Ave Maria” ascolteremo quella celeberrima di Schubert, unitamente a quella di Mozart e Gounod. Seguiranno poi brani mariani di Fauré e Mendelssohn e di compositori italiani quali Rossini, Mascagni e Galletti.

BANDE DA GIRO TRADIZIONALI PER LA FESTA PATRONALE
14 e 15 agosto
Trepuzzi, Largo Margherita
La festa patronale dedicata alla Madonna Assunta cade di Ferragosto ed è una festa amata e partecipata da tutta la comunità di Trepuzzi. I riti religiosi e il programma laico si fondono come ogni anno sotto le luminarie tradizionali della famiglia Perrotta. In questi giorni Largo Margherita si accende delle luci, dei sapori e degli odori tipici delle feste del Sud, e il festival si fonde con la sua più tradizionale espressione bandistica, facendo spazio esclusivamente ai concerti della Banda da Giro, con la sua grammatica maestosa e i suoi repertori. Le bande ospitate: Premiato Gran Concerto Bandistico Citta di Lecce “Schipa- D'Ascoli” e la Banda Città di Monteroni di Lecce.

MINAFRIC ORCHESTRA feat FARAUALLA
16 agosto ore 22.00 (ingresso libero)
Trepuzzi, Largo Margherita
Creatura di Pino Minafra, trombettista e compositore pugliese, Minafric è un progetto nato nel 2007 dalla carica irresistibile di energia vitale che non è solo quella connaturata al jazz, innestato sulla musica popolare ed etnica, ma è soprattutto “un suono caldo e generoso, travagliato ed inquieto, dove il grido, la melodia, il ritmo, l’ironia e l’improvvisazione convivono in uno strano equilibrio”. Un suono tutto meridionale, reale e immaginario. L’orchestra, che vede anche la presenza di Livio Minafra in veste di compositore e arrangiatore, è composta dal gotha del jazz pugliese, da Roberto Ottaviano a Gaetano Partipilo, da Nicola Pisani a Giorgio Vendola. Tra le sue file ci sono anche alcuni dei maggiori musicisti italiani che con Minafra condividono da tempo passioni e progetti: Sebi Tramontana, Beppe Caruso, Carlo Actis Dato, solo per citarne alcuni.

Sul palco con Minafric lo strepitoso quartetto vocale Faraualla. Le quattro cantanti hanno trovato un interesse comune nella ricerca sull’uso della voce come “strumento”, attraverso la pratica della polifonia e la conoscenza delle espressioni vocali di diverse etnie e di periodi storici differenti. Con il loro suono ancestrale e misterico, sono state già protagoniste di una delle più suggestive performance musicali di Bande a Sud.

BANDE A SUD STREET ART FEST


Collaterali
Trepuzzi-Casalabate
Bande a Sud. Una storia in movimentoProgetto finanziato dalla Regione Puglia, Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, “Programma delle Attività Culturali per il triennio 2016-2018 ai sensi dell’art. 14 della L.R. n. 6/04” Con il fine di narrare la banda e il ruolo attivo del festival in questi cinque anni sul racconto, la promozione e la riflessione sulla tradizione bandistica, i principali eventi musicali verranno accompagnati da un percorso di narrazione visuale ed esperienziale nel tessuto urbano di Trepuzzi e Casalabate, attraverso attività pensate ad hoc dall’Associazione Bande a Sud e in collaborazione con Cinema del Reale di Specchia. In programma installazioni urbane, street art, riutilizzo creativo di luoghi pubblici e altamente simbolici per la comunità. per aggiornamenti sul programma seguici su Facebook:
In particolare, la prima esperienza di BANDE A SUD STREET ART FEST prima tappa di un progetto legato alla street art, ideato e coordinato dall’Associazione Bande a Sud che vede il coinvolgimento del curatore d’arte Giuseppe Amedeo Arnesano.
Il progetto coinvolgerà un gruppo di validi e riconosciuti artisti del panorama locale e nazionale tra cui Chekos, Francesca Franga, Gianle Lametà, Davide Casavola.
Palazzine e villette poco distanti dal mare, muri grigi e anonimi e aree mercatali del tessuto urbano si accendono di colore, segni, storie, narrazioni che trasportano in uno stato immaginativo altro, arricchiscono, e portano allegria e sapere a chi vive quel contesto urbano. Questo è il primo obbiettivo di questo evento nell’evento. Il tema, ovviamente, è la musica. Tra ritratti di bandisti ed elementi tipici di questa tradizione o la reinterpretazione in chiave contemporanea, e con linguaggi propri della street art, di alcuni episodi che appartengono alle maggiori opere della cultura musicale bandistica.

MERCATI ALLESTITI
Bande a Sud compie il suo primo lustro e, per l’occasione, i due mercati coperti del paese si trasformano in un luogo di creatività e racconto. Il mercato, pulsante di vita, commercio e storie, uno dei luoghi simbolo della comunità sarà allestito ad hoc e aperto in orari inconsueti, dalle 19 alle 22, per offrire pillole di racconto e sorprese durante i giorni del festival.

Guarda i lavori del progetto>>